ATTENZIONE: questo sito utilizza i Cookie tecnici e profilazione per garantire un accesso personalizzato e migliorare la navigazione dell’utente. Questo sito inoltre raccoglie dati statistici sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate. Accedendo al sito, ed accettando la Cookie Policy, si acconsente all’uso dei Cookie da parte del Gruppo De’Longhi in conformità ai termini qui di seguito indicati. Per saperne di più, leggi le condizioni d'uso. Condizioni d'uso
AGGIUNGI
CERCA
Preview s.valentino origini k club
San Valentino: origini e storia della festa degli innamorati

La festa di San Valentino è alle porte e gli innamorati si preparano a dedicare un dolce pensiero alla persona che amano per rendere magica questa giornata.

Vuoi scoprire come è nata questa festa? Vediamolo insieme!

 

Le origini

Le origini della ricorrenza di San Valentino sono da ricercarsi nell’antica Roma e sono collegate alla commemorazione della festa della fertilità. Febbraio era il periodo in cui ci si preparava alla stagione della rinascita e, a partire dal quarto secolo a.C., in occasione del 15 del mese si svolgevano i Lupercali, riti pagani per allontanare i lupi dal bestiame e dai campi coltivati. Nella grotta, che secondo la leggenda aveva ospitato la lupa quando allattava Romolo e Remo, venivano compiuti sacrifici propiziatori, mentre in città le strade facevano da cornice a festeggiamenti sfrenati e trasgressivi.

 

I padri precursori della Chiesa, decisi a mettere fine a queste pratiche dissolute apertamente in contrasto con la morale cristiana, nominarono un santo protettore degli innamorati e nel 496 d.C. Papa Gelasio abolì la festa pagana istituendo il culto di San Valentino il 14 febbraio, ossia il giorno precedente i Lupercali.  

 

San Valentino era un vescovo martirizzato che morì a Roma proprio il 14 febbraio 273 d.C. La scelta ricadde su di lui in quanto egli fu il primo religioso a unire in matrimonio un legionario pagano e una giovane cristiana.

 

San Valentino al giorno d’oggi

La festa degli innamorati come la conosciamo oggi, secondo le tesi più accreditate, è da ricondursi a Geoffrey Chaucer, l'autore dei Racconti di Canterbury, che a fine ‘300 scrisse un poema in onore del fidanzamento di Riccardo II e Anna di Boemia in cui la figura di Cupido veniva associata a quella di San Valentino. Così facendo nacque il tramite ultraterreno della dimensione dell'Amore cortese.

 

Nella cultura anglosassone il tratto caratteristico di questa giornata è lo scambio di “valentine", ossia romantici biglietti d’amore. L’usanza divenne così popolare che entrò nella cultura sociale e successivamente, con il passare degli anni, diventò secondaria rispetto allo scambio di regali.

 

Un regalo gourmet

Ora che la festa di San Valentino non ha più segreti, non resta che pensare al regalo perfetto per la persona che ami! Se anche per te non c’è nulla di più romantico di cucinare per la tua dolce metà e preparare una cena a lume di candela abbiamo il menù che stai cercando!

 

Come antipasto conquistala con un soffice Soufflé al formaggio, un piatto tanto delicato quanto gustoso. Sarà amore al primo assaggio!

 

Per il primo piatto ti consigliamo una ricetta dal gusto raffinato ed elegante, perfetta per le occasioni speciali: Risotto con capesante e gamberi marinati.

 

A questo punto la cena può continuare con il Cartoccio di nasello e lime: sano, appetitoso e dalle intriganti note agrumate.

 

In un’occasione come questa non può mancare il dessert! Ecco che entra in scena il Pudding ai datteri con caramello: un dolce tipico della pasticceria inglese e irlandese in cui la morbidezza del pudding, il tocco dei datteri e la salsa al caramello creano un piacevolissimo connubio.

 

Non resta che mettersi all’opera! Stupisci la persona che ami preparando una cenetta romantica perfetta: ad aiutarti ci pensa Kenwood! 

 

Articoli Recenti