Please enable JavaScript to view the<a href="https://disqus.com/?ref_noscript" rel="nofollow"> comments powered by Disqus.
ATTENZIONE: questo sito utilizza i Cookie tecnici e profilazione per garantire un accesso personalizzato e migliorare la navigazione dell’utente. Questo sito inoltre raccoglie dati statistici sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate. Accedendo al sito, ed accettando la Cookie Policy, si acconsente all’uso dei Cookie da parte del Gruppo De’Longhi in conformità ai termini qui di seguito indicati. Per saperne di più, leggi le condizioni d'uso. Condizioni d'uso
AGGIUNGI
CERCA
Preview come fare la pizza con l impastatrice
Come fare la pizza con l'impastatrice

La pizza è considerata il simbolo della cucina italiana ed è famosa per essere l'alimento più gradito da grandi e piccini. Originale della cucina tradizionale napoletana, la pizza si è diffusa in tutto il mondo, grazie alla consistenza morbida della mozzarella, alla croccantezza della crosta e al buon sapore del pomodoro fresco.

Da oggi non dovrete più andare in pizzeria per poter gustare una classica e semplice pizza margherita o una pizza farcita a piacimento con i più svariati condimenti. Combinando semplici ingredienti, già a disposizione nella vostra cucina, potete ottenere un prodotto professionale e altamente digeribile per rallegrare la vostra cena con amici e parenti.

Con le nuove impastatrici Kenwood e i semplici consigli che troverete in questo articolo, potete realizzare una buona pizza facile da preparare in occasione di ricorrenze e compleanni, per un risultato finale da grandi chef! Le vostre cene saranno speciali e i vostri figli non vedranno l'ora di tornare a casa per gustare la vostra pizza fatta in casa.

 

Come fare la pizza con l'impastatrice

 

La pizza piace a tutti ed è ormai diffusa in tutto il mondo: negli Stati Uniti, un americano su otto mangia pizza ogni giorno e, secondo le più recenti ricerche, il consumo di questo alimento è maggiore nei ragazzi dai sette ai venti anni di età.

L’impasto della pizza è ricco di carboidrati, un macronutriente altamente digeribile che crea un effetto di massimo gradimento sui recettori del cervello. Il mix composto dall'impasto, dal pomodoro, dai condimenti e dal formaggio, crea un senso di sazietà e di benessere al quale è difficile rinunciare!

La pizza moderna che noi tutti conosciamo è nata a Napoli nel 1889, quando Raffaele Esposito e sua moglie Rosa Brandi, titolari di una pizzeria, prepararono una bella pizza tricolore a base di pomodoro, basilico e mozzarella in omaggio alla regina Margherita. Da allora la pizza napoletana è stata pluripremiata per essere la pizza migliore ed è divenuta patrimonio dell’Unesco.

Se i vostri figli hanno voglia di una buona pizza, ma non volete uscire o ricorrere alla pizzeria d’asporto, la cosa ideale è realizzarla in casa, ottenendo una preparazione gustosa ma allo stesso tempo sana con alimenti selezionati da voi.

Le nuove impastatrici planetarie Kenwood rivoluzioneranno il vostro modo di cucinare e potrete realizzare nuove ricette in tempi molto brevi per le cene con gli amici o per le riunioni di famiglia.

Per chi è indeciso tra l’acquisto di una planetaria e un robot da cucina un buon compromesso è la nuova gamma Multi One Kenwood. Questa macchina dal design moderno e le forme morbide garantisce efficienza e maneggevolezza. Il modello Multi One ha delle belle rifiniture in colore bianco e il frontalino in acciaio spazzolato. Tra gli accessori troverete una ciotola in acciaio, 3 ganci di miscelazione e di impasto in metallo (frusta K, frusta a filo e gancio impastatore) e un paraschizzi con ampio tubo di inserimento.

Da provare anche la Cooking Chef Gourmet, con cottura a induzione che cuoce fino a 180° per i palati più fini che amano la cucina sana e leggera. Il nuovo semplicissimo display intuitivo include ventiquattro programmi automatici per dolci, salati, primi e salse all'altezza di un vero chef per un risultato finale di qualità.

Eccellente anche il nuovo Prospero di moderna generazione, pratico da usare con la sua configurazione a cuneo che permette di lavorare frontalmente alla macchina occupando poco spazio nella vostra cucina. Prospero impasta, miscela e monta a neve con movimento planetario, frulla e sminuzza. Questa macchina ha al suo interno un sistema di sicurezza che blocca il funzionamento se le attrezzature non sono inserite in maniera corretta o se i coperchi copri presa non sono ben posizionati.

Utilissima anche la gamma Chef Titanium ad alta velocità, facile da usare e completa di tre utensili di miscelazione in acciaio inox che vi consentiranno di montare le uova, impastare, miscelare, montare e amalgamare senza alcuna fatica. La nuova funzione di miscela vi permetterà di amalgamare gli ingredienti perfettamente senza che i composti perdano l'aria inglobata. Chef Titanium è disponibile in svariati modelli dal design elegante, per ogni tipo di cucina.

Vediamo come preparare la base per la pizza con la planetaria Kenwood.

Le dosi per preparare una pizza di grandezza media sono: 500 g di farina di tipo 00, 300 ml di acqua, 3 g lievito di birra o 200 g di lievito madre, 8 g di sale fino, due cucchiai di olio di oliva.

Mettere la farina con il lievito disidratato nella ciotola d'acciaio. Sistemate il gancio, impostate la velocità al minimo e versate l'acqua a filo, poco alla volta in modo da permettere all'impasto di idratarsi lentamente, infine aggiungete il sale e, una volta assorbito, versate l'olio.

Lavorate l'impasto a velocità 1 o 2 in modo tale da non scaldare troppo il composto. Una volta ottenuto in impasto soffice, liscio e ben amalgamato, sistematelo all'interno di una ciotola unta d'olio, coprite con pellicola trasparente e lasciate in frigorifero a "maturare" ad una temperatura di 5°, anche per tutta la notte.

Il giorno seguente noterete che l'impasto è aumentato di volume, lasciatelo lievitare a temperatura ambiente per quattro ore e mezzo e poi preparate i panetti. Riponete i panetti tra due canovacci bagnati con acqua e ben strizzati e lasciateli lievitare per un paio di ore. Accendete il forno in modalità ventilato a 240°-250° e, nel frattempo, stendete la pizza sulla teglia con un filo d’olio; infine, è il momento di scegliere i condimenti a piacere.

Un'ottima variante da alternare alla farina 00 è la farina Manitoba. La caratteristica principale di questa farina è di essere povera di amidi e ricca di proteine insolubili le quali producono glutine durante l'impasto non appena vengono a contatto con l'acqua. Per questo motivo la farina di Manitoba è particolarmente indicata per la pizzaa lunga lievitazione, infatti il glutine trattiene i gas della lievitazione e di conseguenza la quantità di lievito da usare sarà minore.

Con la farina di Manitoba preparerete una pizza di qualità altamente digeribile e allo stesso tempo soffice e croccante, alta o bassa, per la gioia di tutta la famiglia!

Ricette correlate

Articoli Recenti