Please enable JavaScript to view the<a href="https://disqus.com/?ref_noscript" rel="nofollow"> comments powered by Disqus.
ATTENZIONE: questo sito utilizza i Cookie tecnici e profilazione per garantire un accesso personalizzato e migliorare la navigazione dell’utente. Questo sito inoltre raccoglie dati statistici sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate. Accedendo al sito, ed accettando la Cookie Policy, si acconsente all’uso dei Cookie da parte del Gruppo De’Longhi in conformità ai termini qui di seguito indicati. Per saperne di più, leggi le condizioni d'uso. Condizioni d'uso
AGGIUNGI
CERCA
Preview come fare il pane in casa con l impastatrice
Come fare il pane in casa con l'impastatrice

Tra le tante possibilità che gli elettrodomestici offrono oggi, una è quella di poter fare il pane nella propria cucina. Non fatevi spaventare dall'idea di impiegare troppo tempo: grazie alle impastatrici otterrete un pane morbido e fragrante, ideale per la pausa pomeridiana o per accompagnare i vostri piatti salati.

 

Il pane fatto in casa fa parte di un processo creativo che vi permette di selezionare le materie prime da utilizzare: vediamo insieme come questo elettrodomestico può aiutarvi nella preparazione dell'impasto di questo alimento, tanto basilare quanto prezioso per la salute.

Quale impastatrice scegliere?

Il primo tipo di impastatrice che viene in mente è la tradizionale macchina per il pane, dedicata solo alla preparazione di questo composto, fatto in casa. Kenwood ne propone tre modelli:

  • la BM450
  • la BM250
  • la BM350

La prima rappresenta il top di gamma ed è una macchina automatica per la preparazione del pane, con la caratteristica, unica per i tre modelli proposti, della cottura ventilata. Questa permette di ottenere, a seconda del pane desiderato, una crosta più croccante. Ha 15 programmi di preparazione per realizzare pane, impasti dolci, torte e marmellate, e ulteriori 5 programmi personalizzabili.

 

La BM250 realizza un pane con doratura media e si imposta alla sera per avere il pane fresco e fragrante al mattino. La BM350 vi permette di scegliere tra 3 livelli di doratura: chiara, media e scura.

 

La macchina del pane utile per chi soffre di intolleranze o di allergie e quindi deve avere un'alimentazione controllata. Ha una vaschetta e al suo interno, dove vanno messi gli ingredienti che saranno impastati e destinati alla cottura.

 


A differenza di fruste, sbattitori, robot da cucina multifunzione, l'impastatrice è nata appositamente per impastare e non anche per cuocerlo. Viene utilizzata anche in ambito professionale nei laboratori di gastronomia dove si possono vedere diversi tipi.

 


Le tipologie di impastatrici possono essere tante e spesso prendono il nome dagli accessori che le caratterizzano: a spirale, a gancio, a forcella e planetaria.

 


Se cercate qualcosa di versatile, l'impastatrice planetaria è quella che fa per voi. Per ottenere un pane buono come dal fornaio vi suggeriamo la planetaria Cooking Chef Gourmet di Kenwood. Si tratta dell'unica impastatrice planetaria con cottura a induzione che cuoce fino a 180°.

 

Scegliete la più adatta per voi tra gli innumerevoli modelli a disposizione. La vostra cucina assomiglierà sempre di più a un piccolo laboratorio domestico, grazie alla tecnologia d'avanguardia Kenwood.

 

Da notare è il fatto che la planetaria rende semplice realizzare moltissimi tipi di impasto: con il gancio a spirale si possono realizzare impasti per pane, pizza e lievitati dolci e salti. Per ottenere dei dolci dall'impasto friabile, soffice, con burro, la frusta K è la più adatta. Inoltre è possibile realizzare la pasta fresca all'uovo, pasta frolla per i biscotti, la pasta brisèe dolce e salata.

Quale tipo di pane si può fare con l'impastatrice?

Se siete indecisi su quale pane realizzare, vi proponiamo diverse tipologie, tutte realizzabili con l'impastatrice planetaria Cooking Chef Gourmet:

  • il pane tradizionale: per preparare una pagnotta per esempio vi bastano 5 g di lievito di birra, 300 ml di acqua, 500 g di farina, 210 g di sale e 5 g di malto in polvere. Per ottenere questo tipo di pane l'ideale è la farina di grano tenero
  • il pane con lievito madre o pasta madre: varie sono le farine utilizzabili per ottenerlo, come la farina di segale, di kamut o ancora la farina di grano duro (ovvero la farina di semola)
  • il pane integrale per cui vi serviranno la farina di frumento integrale, il lievito madre e l'acqua. Se volete rendere l'impasto più leggero, inoltre, potete unire una parte di farina 00 e di tipo 1 alla farina integrale. Se non avete il lievito madre in casa potete preparare il cosiddetto lievitino, da sciogliere in una ciotola con un po' d'acqua e una piccola quantità di zucchero. Ulteriori opzioni sono date dal lievito di birra fresco, unendo agli altri ingredienti 1 cucchiaino di zucchero di canna integrale o di miele, o dal lievito secco
  • il pane senza glutine, adatto per chi soffre di intolleranze. Il procedimento è lo stesso di quello utilizzato per la preparazione del pane tradizionale: l'unica differenza sta nelle farine, che devono essere adatte per soggetti celiaci.

 

Nello specifico, vedremo successivamente quali consigli seguire per ottenere il nostro pane con lievito madre casalingo.

L'impasto della pizza con l'impastatrice

Spostiamo momentaneamente l'attenzione su come preparare delle basi per delle pizze, da farcire poi a piacimento. Il procedimento che illustreremo, per questo motivo, è adatto anche per ricette vegetariane. Ciò che vi occorre per preparare l'impasto per la pizza per 2 persone è:

  • 500 g di farina 00 (o miscelata con Manitoba)
  • 280 ml di acqua tiepida
  • 25 g di lievito di birra (1 cubetto)
  • sale fino (1 cucchiaino)
  • olio extra vergine d'oliva q.b.

 

Quando avrete tutti gli ingredienti a disposizione, versate la farina nel Kenwood Chef Gourmet, che vi sarà d'aiuto con i suoi 24 programmi automatici, nati per rendere più semplici le preparazioni. Una volta ottenuto un composto liscio e omogeneo, aggiungete l'olio, finché l'impasto non lo avrà assorbito. Rovesciate l'impasto su di un piano di lavoro e formate una palla. Ungete leggermente il fondo della ciotola d'acciaio, togliete il gancio a spirale, sistemate l'impasto sul fondo della ciotola, mettete il paraschizzi e confermate il programma "Impasti semplici" entrando nella fase automatica di lievitazione.

 

Trascorso il tempo, formate delle palline di pasta di pizza e lasciate lievitare in forno per almeno un paio d'ore. Se non avete a disposizione una ciotola capiente potete sfruttare quella del vostro Kenwood. Stendete la pizza e accendete il forno a una temperatura di 200° sul ventilato. Infornate, infine, nel forno già caldo, per circa un quarto d'ora e poi condite a piacere. Siete pronti per fare una bella figura con una pizza croccante preparata in casa?

 

Pane con lievito madre con l'impastatrice

Oggi si fa sempre più attenzione alla digeribilità del pane: il ritorno alla tradizione del lievito madre può aiutarvi sicuramente nel percorso del mantenere di una corretta alimentazione.

 

Se volete cimentarvi nella realizzazione di un pane fragrante con lievito madre, per 4 persone, necessitate di:

  • 300 ml di acqua tiepida
  • 150 g di farina Manitoba
  • 300 g di farina
  • 1 cucchiaio di miele
  • 1 cucchiaio di malto d'orzo
  • 150 g di lievito madre

 

Si tratta di una ricetta ad alta idratazione e il vostro pane sarà pronto da gustare e cotto in circa 55 minuti. Iniziate inserendo gli ingredienti nella ciotola. Lasciate riposare l'impasto nella ciotola per 1 ora, sistemando il paraschizzi. In seguito, rimettete tutto nella ciotola e utilizzate il gancio a spirale con spatola centrale che trovate tra gli accessori del Cooking Chef Gourmet di Kenwood. Successivamente, riponete l'impasto in una teglia ricoperta con carta da forno e lasciate riposare per tutta la notte. Al mattino, infornate a 180° nel forno preriscaldato per 40 minuti. Una nota importante: se avete necessità di conservare il lievito madre a temperatura ambiente, avvolgetelo in un canovaccio e mettetelo in un contenitore di vetro e ricoprite tutto con della pellicola. In questo modo potete conservarlo in un armadio della cucina o nel forno spento, ma non fatelo mai per tempi lunghi.

Se volete conservarlo per una settimana circa, mettete il barattolo di vetro da riporre in frigo, non prima che sia passata 1 ora da quando l’avete fatto. Ricordatevi poi che quando lo toglierete, dovrete lasciarlo un paio d’ore a temperatura ambiente, per poi rinfrescarlo con acqua e farina e solo dopo sarà pronto per essere utilizzato in cucina.

Ricette correlate

Articoli Recenti