ATTENZIONE: questo sito utilizza i Cookie tecnici e profilazione per garantire un accesso personalizzato e migliorare la navigazione dell’utente. Questo sito inoltre raccoglie dati statistici sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate. Accedendo al sito, ed accettando la Cookie Policy, si acconsente all’uso dei Cookie da parte del Gruppo De’Longhi in conformità ai termini qui di seguito indicati. Per saperne di più, leggi le condizioni d'uso. Condizioni d'uso
RICETTE
AGGIUNGI
CERCA
Preview sonia peronaci kclub

A tu per tu con Sonia Peronaci

Abbiamo avuto il piacere di incontrare Sonia Peronaci che ci ha parlato dei suoi progetti e, ovviamente, di kCook Multi!

Il tuo amore per la cucina è iniziato da bambina nel ristorante di tuo padre. Dopo tanti anni di lavoro come mantieni ancora viva, con così tanto entusiasmo, la tua passione tra i fornelli?

Sono cresciuta tra i fornelli con nonna Ottilia - se mi segui, la conoscerai ormai bene anche tu - con mamma Giulia e papà Giuseppe, che mi hanno sempre fatto assaggiare mille sapori e fatto respirare mille aromi; sin da piccola ho seguito la mia curiosità, ho esplorato molto e mi sono sempre confrontata con chi ho incontrato lungo il mio cammino, arricchendo di volta in volta il mio bagaglio personale. Non posso dire quindi che, nel mio caso, serva “mantenere viva la passione” perché mi è sufficiente assecondarla: è nata con me. Partendo da questa base, ho sperimentato e osato, studiato, senza mai dimenticare tradizione e passato, ma senza nemmeno precludermi novità o mete lontane e strade fuori tracciato. Ecco quindi il mio segreto: non sono mai sazia… in senso letterale, ma soprattutto in senso metaforico. Mantenersi affamati nella vita (come anche Steve Jobs esortava ad essere) è la sola spinta che faccia crescere di testa, di arte e di cuore.

 

Recentemente hai inaugurato a Milano la Sonia’s Factory, uno spazio tutto tuo nel quale poter cucinare, veder cucinare, imparare, insegnare e condividere. Com’è nato questo tuo affascinante progetto?

La Sonia’s Factory è un sogno chiuso da anni nel cassetto, nutrito poco a poco e che ora sta prendendo forma. Può essere considerato il risultato di tutte le fatiche, le speranze, le difficoltà, i successi e gli insuccessi di ieri; rappresenta le ambizioni di oggi e una tela bianca da riempire per il domani. Una redazione; una cucina, un set e una scuola di cucina: non uno spazio canonico quindi, o asettico, ma, al contrario, un luogo di lavoro vivo e in continuo movimento, in cui tutte le persone coinvolte possano sentirsi a casa propria. D’altronde non è proprio davanti al focolare della propria dimora che nascono i momenti più belli e familiari? Per questo motivo io, il mio compagno Francesco e mia figlia Deborah abbiamo cercato un open space in una zona vivace e centrale di Milano, in una posizione discreta ma comodissima. La prima volta che siamo entrati abbiam tutti e tre capito che potevamo finalmente aprire il cassetto e mettere in pratica quel sogno che stava prendendo polvere. E sono talmente felice che non ho potuto non rendere partecipi tutti coloro che mi seguono!

 

In uno dei tuoi scatti sui social network ti abbiamo visto divertirti nella tua cucina con il kCook Multi di Kenwood. Quando l’hai utilizzato per la prima volta, cosa ti ha colpito di questo versatile Robot da cucina?

La prima volta che ho avuto modo di conoscere il kCook Multi è stata davvero una piacevole scoperta! Dopo averne studiato attentamente il manuale per cercare di utilizzarlo al meglio delle sue potenzialità, ho potuto mettere subito all’opera questo robot, applicare ogni suo strumento e accessorio, e testare le molteplici possibilità che esso offriva (partendo dalle lame ai programmi di cottura), coniugandolo così con la mia cucina. I risultati mi hanno ripagata pienamente, perché non solo mi sono divertita a sperimentare nuove ricette dal salato al dolce, ma ho potuto anche preparare un menù dalla A alla Zeta realizzando più operazioni contemporaneamente. Altrettanto utile, a mio parere, la funzione “Mantenimento di calore”, che, una volta preparati i tuoi piatti, consente di mantenere in caldo le pietanze addirittura per 30 minuti: una funzione davvero comoda che viene incontro ai ritmi di vita di oggi piuttosto frenetici, soprattutto se si hanno ospiti o impegni dell’ultimo minuto. Molto spesso capita, infatti, che mia figlia Laura torni tardi da scuola e trovi, grazie al kCook e a questo pratico programma, piatti pronti per essere serviti senza doverli scaldare ulteriormente.

 

Per chi, come te, passa tanto tempo in cucina qual è il supporto che kCook Multi può fornire?

Trovo che il kCook Multi sia uno strumento molto versatile, un braccio destro e prezioso alleato capace di accompagnarmi nelle più diverse operazioni, dal taglio alla cottura, dall’allestimento di un intero menù dall’antipasto al dessert. Uno dei vantaggi principali, nonché grandissimo supporto, consiste proprio nello svolgere più operazioni differenti in parallelo: un vero punto a favore per chi vuole realizzare più piatti nello stesso momento! Qualche esempio? Mentre preparo un brodo saporito, posso sfruttare la cottura a vapore, semplicemente collocando l’apposito cestello sulla ciotola, e cuocere pesce, verdure o preparare delicati panini al vapore. O ancora, durante la cottura, posso tritare gli ingredienti direttamente nella ciotola senza sporcare il piano di lavoro e ottenere un taglio regolare senza alcuno sforzo. Poter realizzare fino a 3 operazioni contemporaneamente, ossia 2 tipi di cottura e in aggiunta il taglio di frutta, verdure e formaggi tramite il comodissimo e pratico Direct Prep, implica molteplici vantaggi tra cui risparmio di tempo notevole, precisione, ottimizzazione e miglior organizzazione delle tempistiche: fattori che, a mio parere, contano davvero tanto in cucina.

 

Le tue ricette appartengono alla tradizione ma hanno sempre un tuo tocco, un valore aggiunto, che i tuoi fan riconoscono e amano. Dove trovi l’ispirazione per realizzare ogni tuo nuovo piatto?

Libri, manuali e riviste sono da sempre una delle mie prime fonti di ispirazione, dai più antichi e consumati agli articoli più nuovi e d’avanguardia. Casa mia ne è piena e pian piano si sta riempendo anche la Sonia’s Factory. Trovo non ci sia nulla di più bello che sfogliare pagine colorate e ricche di immagini, che ti diano lo slancio giusto per personalizzare una ricetta uguale da decenni. Anche internet da questo punto di vista è davvero un universo e il mio occhio è sempre attento su ciò che accade nelle cucine degli altri paesi; adoro Pinterest da quando è nato, i miei mi prendono in giro perché spesso faccio le ore piccole a sbirciare centinaia di bacheche, senza nemmeno accorgermi! Anche il mercato è fondamentale nel mio lavoro: toccare con mano, sentire profumi, seguire le stagioni, portare gli ingredienti a casa e cercare di riprodurre quella ricetta che ho immaginato nel dormiveglia qualche notte prima. Adoro andare al cinema e guardare serie tv: noto atmosfere, epoche, occasioni, ricette particolari e ne traggo ispirazione. La mia vita è così, mi diverto tantissimo!

Articoli Recenti